SAVOIR-FAIRE

LA MAESTRIA SVIZZERA IERI E OGGI

L’ULTIMA PAROLA NELL’ECCELLENZA ARTIGIANALE

Per secoli, l’artigianato svizzero è stato a tutti gli effetti sinonimo di un’estatica unione di meticolosità e creatività, di lusso e funzionalità. Uno dei migliori esempi dell’eccellenza nel design artigianale e nella maestria svizzera è l’orologeria, ma questa è solo la punta dell’iceberg di una lunga tradizione ragguardevole che riflette la storia e il legittimo senso di orgoglio che gli svizzeri provano per le creazioni del loro Paese. L’artigianato svizzero è infatti diventato uno standard di riferimento, un’industria in cui laboratori umili e informali si sono evoluti fino a diventare centri di qualità e distinzione riconosciuti a livello globale, sempre all’avanguardia nel gettare le basi inevitabilmente seguite dagli altri operatori dei settori.

SWISS MADE: IL MASSIMO RIFERIMENTO PER LA DISTINZIONE

Non esiste un motivo unico e definitivo per cui il resto del mondo vede la Svizzera come un centro di eccellenza nell’artigianato. Una teoria ipotizza che la posizione vantaggiosa del Paese nel cuore dell’Europa aiuti a spiegare come il commercio ha facilitato l’artigianato, mentre secondo altre l’origine di questo privilegio risiede nel suo ruolo nelle antiche vie della seta, che ha creato la necessità dei più alti standard nelle arti mercantili.

Si potrebbe anche evidenziare lo sviluppo e l’evoluzione di un approccio peculiarmente svizzero all’industria, e il modo in cui il sistema dell’établissage ha spinto le singole valli a produrre i loro centri civici unici e dinamici. Una volta fondati, questi centri sono stati incoraggiati a sviluppare i loro approcci e stili di artigianato individuali, una situazione completamente diversa da quella dei centri urbani in Regno Unito e Germania. Le dimensioni ridotte delle realtà svizzere hanno consentito una maggiore attenzione per i particolari, decorazioni realizzate a mano e un senso di orgoglio in ogni dettaglio.

Oggi, “Swiss Made” è una denominazione protetta legalmente la cui presenza su un articolo è riconosciuta globalmente come marchio di eccellenza manifatturiera. Infatti, “Swiss Made” non si limita a garantire la qualità ai consumatori ma, proprio come nei secoli passati, evoca immagini di un’attenzione artigianale per i dettagli e di un impegno instancabile per l’innovazione e l’industriosità.

Lucien Hervé, Unité d’habitation à Nantes-Rezé, 1952-1954. Getty Research Institute a Los Angeles (2002.R.41). © J. Paul Getty Trust. 
L’OROLOGERIA SVIZZERA: DOVE IL METICOLOSO INCONTRA IL MIRACOLOSO
Laboratorio orologiero. Foto: ©Rudenkoi, Getty Images.

Da quasi due secoli, la Svizzera è sinonimo di sofisticata produzione orologiera. Non sorprende che questo settore abbia gettato radici tanto profonde e durature nel Paese, soprattutto se si considera l’enfasi posta dagli svizzeri sulla precisione e sul tempo come valori nazionali fondamentali e le misurazioni concise richieste per segnare il passaggio di quest’ultimo.

Grazie all’inventiva svizzera, nel XVIII secolo il settore dell’orologeria si è spostato da Francia, Germania e Inghilterra alle valli del Giura, dove la produzione di segnatempo sempre più meticolosi è fiorita in laboratori a conduzione familiare. Il XIX secolo ha visto molteplici successi attraverso i quali gli orologiai locali hanno superato i limiti delle loro possibilità e hanno consolidato le ideologie gemelle alla base dell’artigianato svizzero: stile e inventiva ineguagliabili.

Nei decenni più recenti, gli orologiai svizzeri hanno fatto enormi passi avanti nel design dei loro segnatempo: i produttori del Giura si sono affermati con sicurezza nei campi dell’aeronautica, dell’esplorazione sottomarina e dei viaggi spaziali. L’industria orologiera svizzera odierna non sembra destinata a rallentare o fermarsi e i collezionisti contemporanei apprezzano il prestigio e il perfezionismo offerti e rappresentati da questi prodotti. Infatti, nonostante un’ampia concorrenza nel design e nella produzione orologiera in tutto il mondo, gli orologi Swiss-made continueranno indubbiamente ad essere il massimo standard di riferimento per tutto il settore.

LA RIVISITAZIONE E RISURREZIONE DELL’ARTIGIANATO SVIZZERO STORICO

Sarebbe sin troppo facile immaginare che i punti salienti storici dell’artigianato svizzero siano relegati a una passata epoca d’oro. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità: sono numerose le industrie storiche svizzere che stanno tornando in auge per soddisfare le esigenze dei consumatori di lusso contemporanei. Tra gli esempi citiamo la riemergenza dell’industria della seta di Zurigo. In passato, la Svizzera è stata il secondo produttore mondiale di seta, per poi vedere il settore scomparire quasi completamente nel corso del XX secolo. Oggi, i telai di Zurigo sono tornati a produrre matasse di questo filato senza tempo, prodotto nel rispetto di standard elevati tipicamente svizzeri.

Anche le tecniche artigianali svizzere radicate nella vita rurale e nel folklore sono state preservate e recuperate da gruppi di artigiani determinati a far sì che queste abilità ancestrali non fossero perse nel passato. Il corno svizzero, probabilmente il più iconico strumento musicale del Paese, combina praticità e bellezza innegabile sia nell’aspetto che nel tono ed è ancora realizzato seguendo i metodi tradizionali da provetti artigiani. Sono necessarie oltre 70 ore di intaglio a mano per incavare i tronchi d’abete impiegati nella produzione di questi corni, tanto incantevoli quanto unici.

Indipendentemente dalla mole della domanda, la preservazione e il recupero delle tecniche artigianali e delle pratiche tradizionali richiedono gli sforzi comuni di individui motivati. Per gli svizzeri è importante il ruolo iconico del loro Paese nel mondo dell’arte e dell’artigianato: hanno fondato molteplici organizzazioni allo scopo di conservare e incoraggiare le arti tradizionali così che le generazioni future potessero apprezzarle e il resto del mondo potesse esserne ispirato. Promuovendo l’artigianato svizzero e garantendo il mantenimento dei più elevati standard da parte di tutti i soggetti coinvolti, questa longeva e influente tradizione di eccellenza ha saputo proteggere il proprio passato e, di conseguenza, il proprio futuro.

Archivio di tessuti in seta presso la Hochschule Luzern - Design & Kunst. Foto: ©Prof. Dr. Alexis Schwarzenbach.